Galvani Luigi indice scienziati bolognesi  Horn d'Arturo Guido

Francesco Maria Grimaldi
(Silvio Bergia)


Fig.1: Ritratto di Francesco Maria Grimaldi.
(
Credit: Quadreria dell'UniversitÓ degli Studi di Bologna)
 

Francesco Maria Grimaldi nacque a Bologna il 2 aprile 1618. Entr˛ nella Compagnia di Ges¨ nel 1632 e fu ordinato sacerdote nel 1651. Compý i suoi studi nei collegi gesuitici di Novellara, Parma e Bologna. Nel Collegio di Bologna fu in seguito insegnante di filosofia e quindi di matematica. Sempre a Bologna si spense, ad appena 45 anni, il 18 dicembre 1663.

Grimaldi collabor˛ con Giovan Battista Riccioli a ricerche teoriche, osservative e sperimentali. Riccioli riconobbe il ruolo essenziale avuto da Grimaldi per il completamento del suo Almagestum novum (1651), vera e propria enciclopedia del sapere astronomico. Grimaldi Ŕ anche responsabile di una gran parte del lavoro per la redazione delle tavole che appaiono nel secondo volume dell'Astronomia reformata (1665), dello stesso Riccioli. Tra queste, va segnalata una mappa della Luna, nella quale l'originale nomenclatura dei luoghi lunari Ŕ ancora oggi seguita.

Fig. 2: Lapide affissa nel Palazzo Grimaldi, in via San Felice 26 a Bologna.

La sua fama Ŕ essenzialmente legata alla sua scoperta della diffrazione, documentata nella sua opera principale, il De lumine, pubblicato a Bologna nel 1665, quindi due anni dopo la sua morte.

Fig. 3: Frontespizi dell'opera "De lumine".

 

(Francesco Maria Grimaldi  - pagina 1 di 3)
| Avanti >